di Francesca

La Salvia è la pianta aromatica, conosciuta e utilizzata da molti soprattutto in cucina: per il suo intenso e inebriante aroma è considerata la primadonna della cucina.
Il genere Salvia appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, la stessa del timo e della menta, la quale  è particolarmente ricca di specie sia annuali che perenni, usate sia per scopi alimentari, terapeutici o semplicemente ornamentali.
La specie più conosciuta è la Salvia officinalis o salvia comune: una specie perenne originaria dell’Europa delle zone a clima mite.
Nel nostro orto botanico sono presenti molteplici tipi di Salvia, la Salvia foglie rosse, Salvia foglie dorate… e la Salvia sclarea. Quest’ ultima si differenzia dalle altre specie per la grandezza delle foglie e l’altezza, si tratta infatti di una pianta che può raggiungere l’altezza di 1 metro. È ricca di oli essenziali ma poco utilizzata in cucina per il suo sapore amaro.

salvia-sclarea

COLTIVAZIONE

La Salvia è una pianta molto facile da coltivare, ama il caldo ed il sole. E’ una pianta che va annaffiata con moderazione, stando attenti a non lasciare ristagni idrici nel terreno che sono la principale causa di morte di queste piante. Sopportano anche la siccità e non amano l’eccessiva umidità atmosferica.
Può essere allevata facilmente in appartamento anche se è all’aperto e in piena terra cresce al meglio.
In genere dopo 4-5 anni è bene sostituirla.

salvia-cop

USO IN CUCINA

in cucina è largamente utilizzata come aromatizzante di carni, pesce, minestre e verdure. In Italia sono molto celebri i ravioli burro e salvia e le foglie di salvia fritte.
In genere è una spezia che si usa da sola in quanto avendo un aroma così inteso, si comporta come una primadonna: annulla il sapore delle altre spezie. L’essiccazione permette di intensificare il profumo della Salvia e, mantenuta in foglie intere, sprigiona tutto il suo sapore in cottura. ERBE AROMATICHE DISIDRATATE SALVIA
Nonostante l’intensità dell’aroma di questa pianta, abbiamo pensato a degli abbinamenti nei nostri SALI AROMATIZZATI con erbe e spezie altrettanto forti, come ad esempio rosmarino, aglio ecc per creare degli accostamenti vincenti e molto saporiti; sono da utilizzare soprattutto nelle carni.

salvia

 

Calorie e valori nutrizionali della salvia

100 g di salvia contengono 315 kcal, e:Proteine 10,63 g
Carboidrati 60,73 g
Zuccheri 1,71 g
Grassi 12,7 g
Colesterolo 0 mg
Fibra alimentare 40,3 g
Sodio 11 mg

 

I BENEFICI DELLA SALVIA

Le foglie della salvia contengono principi amari, acidi fenolici, flavonoidi e olio essenziale.
La salvia è impiegata in tutti i disturbi femminili come la sindrome premestruale e contro i disturbi della menopausa . E’ usata in caso di intestino irritabile, o contro i dolori mestruali.
Ha anche proprietà antinfiammatorie e diuretiche offrendo una buona risposta contro la ritenzione idrica, i reumatismi e mal di testa.
I preparati a base di salvia officinalis sono efficaci per combattere tutte le forme di catarro grazie alla presenza dell’olio essenziale dalle proprietà antisettiche e balsamiche. Per questo motivo trova impiego nella cura di raffreddore, tosse, mal di gola e febbre.
Per preparare un infuso di Salvia sono necessari 1 cucchiaio di foglie di salvia e 1 tazza d’acqua.
Si Versa la salvia nell’acqua bollente e si spegne il fuoco. Si Copre e si lascia in infusione per 5 min. Si Filtra l’infuso e si beve in caso di cattiva digestione, crampi, disturbi mestruali e vampate causate dalla menopausa.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *