Consumare meno sale? E’ possibile!

Esagerare fa male, si sa. In qualunque aspetto della nostra vita, dal cibo che mangiamo a come utilizziamo la tecnologia. Ma non sempre è facile stabilire se e quanto si sta eccedendo in un comportamento, e quanto questo potrebbe nuocere alla nostra salute.
Il consumo di sale può certamente rientrare in questa categoria e, in Italia, ne consumiamo veramente troppo: mediamente 10-11 grammi al giorno,  il doppio della quantità di sale raccomandata quotidianamente dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), abbassata proprio recentemente da 6 a 5 grammi. Consumare meno sale, infatti, contribuisce a diminuire il pericolo di avere un ictus e l’insorgenza di malattie cardiovascolari ed aiuta ad aumentare la resistenza delle ossa.

Sale integrale

Come ridurre il consumo di sale? Qualche consiglio…

Pianta Menta

Limitare il proprio consumo giornaliero di sale non è certamente una missione impossibile, può essere sufficiente seguire alcune accortezze:

  • Riduci gradualmente l’uso di sale sia a tavola che in cucina, preferendo il sale marino integrale: in questo modo ti abituerai più facilmente alla differente sapidità.
  • Limita l’uso di altri condimenti che contengono sodio come dadi per il brodo mayonese e salse varie.
  • Riduci il consumo di alimenti trasformati ricchi di sale (snack salati e patatine, salumi e formaggi)
  • E’ sempre buona abitudine leggere attentamente le etichette dei prodotti prima di acquistarli
  • Per insaporire ed valorizzare il sapore delle tue ricette, preferisci spezie, erbe aromatiche o succo di limone
  • Per i bambini: evita di aggiungere sale nel loro cibo, soprattutto nel primo anno di vita!

Non vuoi eliminare totalmente il sale dai tuoi piatti? Scegli il sale integrale!

Il sale marino integrale è un’ottima alternativa al sale marino bianco raffinato, perchè è ottenuto semplicemente dall’evaporazione dell’acqua di mare e quindi non lavorato. Seppur da usare sempre con moderazione, questo sale dall’aspetto grumoso e molto umido è in grado di offrire minerali e altre sostanze utili al nostro organismo tra cui il magnesio, lo zinco e lo iodio. Quest’ultimo è un oligoelemento fondamentale per il nostro benessere, che con la raffinazione del sale si perde (lo possiamo ritrovare in quei sali iodati dove viene addizionato artificialmente iodio chimico). Anche il sale di montagna (o salgemma), se integrale, contiene in parte iodio (poiché appartiene comunque a giacimenti marini).
E’ ben diverso dunque assumere un sale come quello marino integrale che contiene praticamente tutta la tavola degli elementi piuttosto che uno raffinato e sbiancato che apporta pochi benefici nutritivi al nostro organismo.

Piatto Meno Sale

Meno sale e più salute: il sale integrale aromatizzato!

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, il sale marino integrale ha proprietà organolettiche migliori del sale raffinato e le erbe aromatiche possono essere una valida alternativa all’utilizzo del sale per esaltare il sapore del nostro cibo. E se li unissimo in un unico prodotto?

L’Azienda Agricola San Pio X 1708 crede fortemente nell’importanza di un’alimentazione sana, ma senza dover rinunciare al gusto. Con questo spirito abbiamo ideato e prodotto condimenti aromatizzati alle erbe in sale, preparato con sale marino integrale italiano e erbe raccolte direttamente dal nostro campo. Il nostro obiettivo? Permetterti di consumare fino al 30% in meno di sale rispetto al sale marino raffinato, senza dover mai rinunciare al gusto!

Scopri i condimenti aromatizzati alle erbe di San Pio X 1708!